World AIDS
AVERT - AIDS charity
Quanti visitatori oggi?
DONAZIONE
AIUTACI A CRESCERE:
DONAZIONE LIBERÀ
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 


I postatori più attivi del mese


FIMI rimuove migliaia di film e musica e denuncia italiani

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

FIMI rimuove migliaia di film e musica e denuncia italiani

Messaggio Da florin88 il Ven Ott 01, 2010 12:30 am

Vita dura per il download. FIMI annuncia di aver fatto rimuovere, in tre mesi, 36mila link dai siti di hosting. In Europa e nel resto del mondo si inasprisce la legislazione contro la pirateria sul web.

È guerra aperta contro chi scarica musica e video dalla Rete. I fronti della battaglia sono numerosi e continui focolai si accendono a ritmo incessante. I software di P2P, Torrent in testa, e gli hosting che ospitano i file da scaricare – Megaupload, Rapidshare, Hotfile – sono oggetto di provvedimenti legislativi restrittivi a livello nazionale (Stati Uniti e Francia in testa) e sovranazionale (di recente si è mosso il Parlamento europeo con il noto rapporto Gallo).

Logo della Federazione Industria Musica Italiana




Si muove anche il FIMI (Federazione Industria Musica Italiana) che, fra un meeting antipirateria e la caccia ai cyber-pirati, annuncia di aver fatto rimuovere, in tre mesi, 36mila link dai siti di hosting.

E fioccano le denunce. Le operazioni della Guardia di finanza nelle province italiane sono sempre più numerose. Solo poche settimane fa a Bergamo, in sei sono finiti nelle mani delle Fiamme Gialle perché ritenuti responsabili di violazione alla legge sul diritto d’autore realizzata attraverso un sito che consentiva la condivisione illegale di musica e film.

E il web come si organizza? Il malcontento si trascina nei forum e nelle community mentre si cerca di creare nuovi strumenti per aggirare i divieti. L’ultimo in ordine di tempo si chiama Mulve, ma rischia già di trasformarsi in una meteora della Rete. Concepito come software in grado di scaricare gratuitamente (da server di sconosciuta provenienza) e senza code musica e video, è entrato nel mirino della temibile RIAA (Recording Industry Association of America), che ne ha azzoppato il funzionamento. Le risposte della legge, infatti, sono diventate adesso tempestive.


FONTE => http://www.webmasterpoint.org/news/megaupload-rapidshare-hotfile-bittorrent-fimi-rimuove-migliaia-di-film-e-musica-e-denuncia-italiani_p37126.html

florin88
Admin

Numero di messaggi : 7129
Data d'iscrizione : 18.12.08
Età : 28
Località : Ca' Savio bronx (VE)

Vedere il profilo dell'utente http://www.flaviusso.altervista.it

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum