World AIDS
AVERT - AIDS charity
Quanti visitatori oggi?
DONAZIONE
AIUTACI A CRESCERE:
DONAZIONE LIBERÀ
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 


I postatori più attivi del mese


Il P2P è Legale?!?!?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Il P2P è Legale?!?!?

Messaggio Da florin88 il Lun Nov 14, 2011 5:02 pm



Ogni tanto ritorniamo anche noi da queste parti per lasciarvi un piccolo pensierino. Se fino ad oggi siamo stato o meglio sono stato molto cattivo, pubblicando solo annunci di leggi oppure verdetti che ammazzavano la rete e il popolo della rete, oggi invece questa monotonia cambia.

Infatti, mentre qui dalle nostre parti continuiamo ancora a tener chiuso e di chiudere tutti i progetti assomiglianti alla Baia dei Pirati (ThePirateBay), in altri stati come la Spagna le cose cambiano.
A quanto pare di nuovo qualcuno è davanti a noi e ci guarda dall'alto e anche con molta sorpresa.

Gli spagnoli non solo dimostrano di essere più garantisti anche quando prova ad essere repressiva, ma allo stesso tempo emette una storica sentenza che formalizza nero su bianco quel che in fondo ogni intellettuale onesto dovrebbe essere costretto ad ammettere (Barbareschi escluso): se è lecito prestarsi un libro o un dvd, lo è altrettanto scambiarsi un link.

Si si avete capito bene. Per loro questo tipo di attività non è più così illegale come dalle nostre parti.



Fino alla fine degli anni '90 l'industria dell'intrattenimento musicale ha prosperato lucrando sull'arte, a discapito di un'enormità di talenti che venivano messi in disparte perché non rientravano nelle logiche di mercato di rampanti e spregiudicati mercenari di accordi ed armonie, oppure perché non erano "figli di". Potevano farlo perché erano proprietari della tecnologia e stabilivano legami di esclusiva con le catene di distribuzione che non lasciavano spazio a nessun altro, all'infuori del loro elitario catalogo. Direttori artistici dall'aura carismatica, semidei assisi sul monte Olimpo, oggetto di leggendari aneddoti, guardavano dall'alto al basso il giovane musicista che bussava alla loro porta, grato di avere strappato loro anche una sola misera vaga promessa, quel "le faremo sapere" che è stato l'incubo di intere generazioni. E mentre la maggior parte dei talentuosi poeti in erba facevano la fame, le lobbies creavano mostri che generavano profitti inimmaginabili, condannando la musica ad un appiattimento stilistico e di contenuti che ha progressivamente inaridito la nostra capacità di percepire le sfumature. L'importante era normalizzare a 0 decibel.


CONTINUA A LEGGERE QUI

florin88
Admin

Numero di messaggi : 7129
Data d'iscrizione : 18.12.08
Età : 28
Località : Ca' Savio bronx (VE)

Vedere il profilo dell'utente http://www.flaviusso.altervista.it

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum