World AIDS
AVERT - AIDS charity
Quanti visitatori oggi?
DONAZIONE
AIUTACI A CRESCERE:
DONAZIONE LIBERÀ
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 


I postatori più attivi del mese


Berlusconi vuole regolamentare Internet: campagna banner del PD per Internet libera

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Berlusconi vuole regolamentare Internet: campagna banner del PD per Internet libera

Messaggio Da florin88 il Lun Mag 11, 2009 11:10 pm

Il Partito Democratico ha avviato una campagna on line che prevede l'utilizzo di banner. Lo scopo è evidenziare come Berlusconi e il Governo vogliono limitare la libertà di Internet.


Il Partito Democratico ha avviato una campagna on line che prevede l’utilizzo di banner, uno dei quali recita così: «Internet è di tutti e deve restare libero!». Un’iniziativa che trae origine dalla contestata proposta di legge presentata dall’onorevole del Popolo della Libertà Gabriella Carlucci.

Il PD, che ha presentato una proposta di legge, sviluppata dagli onorevoli Vincenzo Vita e Luigi Vimercati, che si propone, tra l’altro, di garantire un accesso neutrale alle reti di comunicazione elettronica, promuovere i diritti di cittadinanza attiva e garantire il pluralismo informatico, ritiene che il disegno di legge della Carlucci, pur motivato dalla lotta contro la pedofilia e la criminalità, abbia come obiettivo principale la tutela degli interessi delle grandi case produttrici di audiovisivi. E cita, come esempio, il contenzioso fra Mediaset e YouTube.

Inoltre, si legge nella pagina dedicata all’iniziativa del principale partito d’opposizione, in Italia esistono da tempo norme e tecnologie che perseguono gli illeciti commessi in Rete. La Polizia Postale, per esempio, tramite l’indirizzo IP, può risalire in poche ore alla persona che ha commesso il reato, sostiene il PD. In realtà va detto che non sempre è così facile risalire all’esatta identità di un utente attraverso un indirizzo ID.

Al di là delle opinioni politiche, vogliamo sottolineare che l’iniziativa del PD legata a banner così diretti, che si rivolgono ai netizen italiani, è la prima nel suo genere, in Italia, a fare leva su un problema reale e attuale di Internet al fine di orientare il voto alle prossime elezioni europee. Se si esclude, ovviamente, la candidatura del “pirata” Alessandro Bottoni.

florin88
Admin

Numero di messaggi : 7129
Data d'iscrizione : 18.12.08
Età : 28
Località : Ca' Savio bronx (VE)

Vedere il profilo dell'utente http://www.flaviusso.altervista.it

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum