World AIDS
AVERT - AIDS charity
Quanti visitatori oggi?
DONAZIONE
AIUTACI A CRESCERE:
DONAZIONE LIBERÀ
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 


I postatori più attivi del mese


Filtri a connessioni Internet permessi per legge in Europa? La Rete si mobilita.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Filtri a connessioni Internet permessi per legge in Europa? La Rete si mobilita.

Messaggio Da florin88 il Gio Mag 07, 2009 12:33 am

La OpenNet Coalition ha inviato una lettera ai parlamentari UE per sottolineare i rischi legati all'approvazione delle direttive europee che compongono il cosiddetto 'Telecoms Package'...



La OpenNet Coalition, l’associazione che raccoglie provider e studiosi europei, ha inviato una lettera ai parlamentari UE per sottolineare i rischi legati all’approvazione delle direttive europee che compongono il cosiddetto «Telecoms Package».

Sotto accusa gli emendamenti concernenti la discriminazione del traffico di rete, che ridurrebbero i diritti dei consumatori, consentendo agli operatori di filtrare contenuti e applicazioni e di dare priorità a certi servizi, limitandone o bloccandone altri. La lettera è stata sottoscritta anche da Assoprovider, l’associazione degli ISP italiani, preoccupata non solo per il venir meno del principio della neutralità della Rete, ma anche per il calo di investimenti sulle infrastrutture che tali pratiche potrebbero comportare. Mentre ogni netizen potrà vedere solo la porzione di web a cui il provider permetterà di accedere, ogni operatore di mercato non potrà avere la certezza di raggiungere tutti i navigatori europei.

Assoprovider si augura che il Parlamento italiano approvi il disegno di legge proposto dai senatori Vimercati e Vita, per dare un segnale forte a favore della Net Neutrality, per la quale servono interventi precisi. La neutralità, innanzitutto, deve essere tale anche a livello di gestione delle infrastrutture. In secondo luogo, la sostituzione di un monopolista nazionale con un aspirante monopolista locale non è la soluzione né del mercato delle TLC né del digital divide. Infine, Assoprovider propone la modifica delle tasse amministrative stabilite dal Codice delle Comunicazioni, considerate barriere di accesso che impediscono ai piccoli e medi operatori di investire.

florin88
Admin

Numero di messaggi : 7129
Data d'iscrizione : 18.12.08
Età : 28
Località : Ca' Savio bronx (VE)

Vedere il profilo dell'utente http://www.flaviusso.altervista.it

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum